In Cold Blood

è solo un diario

Tipi da Nobel

leave a comment »

Quest’anno il Nobel per la letteratura l’ha vinto uno scrittore semi-sconociuto. Nessuno scandalo: da anni, ormai, il criterio imprenscindibile per un candidato non è l’esser semplicemente un grande scrittore (già cosa rara!), bensì esser “impegnato” in una qualsiasi battaglia “umanitaria”. Apartheid, litigi etnici, la lista è lunga. Ogni social-scrittore può attingervi a piacimento. E chi si occupa, come Philip Roth, della vita e della morte o dell’Uomo viene depennato dalla rosa dai gran sacerdoti del Nobel e guardato anche con qualche occhiataccia sprezzante. Un pò come noi lettori guardiamo loro.

Annunci

Written by incoldblood

15 ottobre 2008 a 4:19 pm

Pubblicato su diario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: